Intervista a Stefano Sgambati

by Tamara Viola
youporn_is_watching_you__2125Le copertine dei libri con i capezzoli in bella vista. Tutti le guardiamo: giovani, vecchi, maschi, femmine, bambini, animali, gente delle riviste. Appartenendo io ad un paio delle specie elencate, non potevo di certo resistere a Fenomenologia di Youporn. E siccome sono generosa, ho intervistato l’autore, Stefano Sgambati, solo per voi.

Non posso che cominciare chiedendoti qual è la tua categoria di You Porn preferita.
Sono una persona banale, non ho nessun estremo di originalità: non ho mai dato un pugno a nessuno in vita mia, nemmeno una spinta (anzi, una spinta sì, dentro a una discoteca, ma se la meritava e comunque era proprio una spintarella già frignona in partenza, senza pretese, più estetica che concreta), non sono mai scappato di casa, non ho mai saltato un giorno di scuola senza permesso di mia madre; l’unica cosa veramente estrema e coraggiosa che abbia mai fatto è stato viaggiare su un volo Havana-Roma con la diarrea (ora che ci penso in quinto Ginnasio presi ½ a una versione di greco. “Mezzo”, non so se mi spiego: il bello è che mi alzò la media). Banale, sono, banalissimo: sono uno di quelli che ha sempre votato alle elezioni per il partito che poi ha perso, ho vinto un solo scudetto in vita mia, da tifoso di calcio, e credo anche che sarà l’ultimo, non ho mai fatto una scelta davvero vincente, esemplare, anticonvenzionale, temeraria. Per questo la mia categoria preferita di Youporn non poteva che essere quella con le lesbiche. Read More

j j j