Monty Python per la generazione Y

by River Clegg

monty2

CLIENTE: Questo contenuto è morto.

NEGOZIANTE: No, non lo è, sta riposando.

CLIENTE: Riposando? Guardi un po’ qua, ho cliccato su questo contenuto neanche due minuti fa e sono stato rassicurato dal vostro titolo di testa che avrei ricevuto – e cito – “6 motivi per cui Topanga di Crescere, che fatica! sarà per sempre la vostra più grande cotta televisiva.”

NEGOZIANTE: Un titolo davvero delizioso.

CLIENTE: Sarà anche delizioso, ma dopo aver cliccato, il vostro articolo, lungi dal fornire una qualsiasi intuizione ponderata o umoristica sul fascino unico della Signorina Topanga, inanellava semplicemente un paio di righe di prevedibile banalità su quanto attraente sia l’attrice. Non tollererò queste sciocchezze!

NEGOZIANTE: Beh, è carina.

CLIENTE: Certo che è carina, qualsiasi blogger diciannovenne potrebbe dirmelo! Far notare che è di bell’aspetto non costituisce di per sé il “contenuto”. Quest’articolo è spirato! Ha cessato di essere! È senza vita, un insulto all’intelligenza, un’esca per click di infimo livello! Questo è un ex-contenuto!

NEGOZIANTE: Allora dovrò cambiarlo. Cosa le pare di “4 gatti che indossano maglioni”?

­­­*

RE ARTÙ: Chi siete?

CAVALIERE: Siamo i Cavalieri che dicono… TWEE!

TUTTI I CAVALIERI: Twee! Twee! Twee!

RE ARTÙ: No, non i Cavalieri che dicono Twee!

CAVALIERE: È uguale. Siamo i custodi della sacra parola Twee e di qualsiasi film di Wes Anderson. Ci piace anche Zooey Deschanel e la colonna sonora di Juno, e qualche volta ce ne andiamo in giro con quelle graziose biciclette olandesi.

TUTTI I CAVALIERI: Twee! Twee! Biciclette! Twee!

RE ARTÙ: Oh Cavalieri, ma siamo solo semplici viaggiatori che vogliono attraversare questo quartiere per arrivare al caffè dall’altro lato.

CAVALIERE: I Cavalieri che dicono TWEE richiedono un sacrificio.

RE ARTÙ: Che cosa vorreste?

CAVALIERE: Vogliamo…. un arbusto!

TUTTI I CAVALIERI: Twee! Twee! Arbusto! Twee! Jason Schwartzman!

RE ARTÙ: Un arbusto? Come quelli che vende il fiorista sull’altro lato della strada, tra NaturaSì e quella cooperativa­galleria d’arte?

CAVALIERE: Sì, quelli andranno bene.

­­­*

CLIENTE: Buongiorno, vorrei iniziare una discussione Facebook. È la stanza giusta?

IMPIEGATO: Gliel’ho già detto.

CLIENTE: Mi spiace, ma temo che non l’abbia fatto.

IMPIEGATO: Certo che sì.

CLIENTE: No, invece.

CLIENTE: Aspetti un attimo, mi sta solo contraddicendo!

IMPIEGATO: No, non lo sto facendo.

CLIENTE: Sì che lo sta facendo! Una discussione su Facebook non è solamente contraddirsi. È una serie di affermazioni sempre più appassionate e poco informate – supportate da un qualsiasi articolo che può essere rilevante o meno – che perde rapidamente di vista l’argomento iniziale e si trasforma invece in accesi attacchi personali.

IMPIEGATO: No, non lo è.

­­­*

[UOMO cammina in maniera stramba lungo il marciapiede.]

PASSANTE: Perché cammina in modo così strambo?

UOMO: Mi piacciono gli iPhone e interagire con i miei brand preferiti!

*
­­­
CLIENTE: Vorrei comprare del formaggio.

NEGOZIANTE: Fantastico. Che cosa vorrebbe, signore?

CLIENTE: Circa cento grammi di gorgonzola biologico, grazie.

NEGOZIANTE: Purtroppo abbiamo terminato la varietà biologica, signore.

CLIENTE: Che peccato. Che mi dice della mozzarella a chilometro zero?

NEGOZIANTE: Mi dispiace, ci è rimasta solamente quella industriale.

CLIENTE: Non importa. In questo caso penso che prenderò un quarto di formaggio di capra proveniente da una capra a cui non sono mai stati somministrati ormoni artificiali e che non ha mai provato dolore di alcun tipo.

NEGOZIANTE: Di solito ce l’abbiamo, ma oggi il furgoncino ibrido si è rotto.

*­­­

UOMO: Non mi aspettavo una specie di Inquisizione Spagnola.

[Tre cardinali irrompono dalla porta.]

CARDINALE #1: Nessuno si aspetta l’Inquisizione Spagnola! La nostra arma principale è la paura. La paura e la sorpresa. Le nostre arme principali sono la paura e la sorpresa, e un vasto impatto sui social media su cui condividiamo ogni confessione ottenuta. Tre armi! La paura, la sorpresa, un vasto impatto sui social media su cui condividiamo ogni confessione ottenuta, e una forte nostalgia per le Tartarughe Ninja – rifaccio la mia entrata.

UOMO: Non mi spettavo una specie di Inquisizione Spagnola.

[I cardinali irrompono nuovamente.]

CARDINALE #1: Nessuno si aspetta l’Inquisizione Spagnola! Tra le nostre armi ci sono vari elementi come la paura, la sorpresa, un vasto impatto sui social media su cui condividiamo ogni confessione ottenuta, la parola “fighissimo” – Mannaggia! C’ero così vicino… Cardinale, deve dirlo lei.

CARDINALE #2: Che cosa?

CARDINALE #1: Deve dire lei la parte riguardante le nostre armi.

CARDINALE #2: No, non potrei…

CARDINALE #1: Deve.

UOMO: … Non mi aspettavo una specie di Inquisizione Spagnola.

[I cardinali irrompono nuovamente.]

CARDINALE #2: Nessuno, mmm, nessuno si aspetta, mmm, l’Inquisizione
Spagnola. Infatti coloro che si aspettano-

CARDINALE #1 (sussurrando): Le nostre armi principali sono…

CARDINALE #2: Le nostre armi principali, eh, vede, sono la paura, mmm, la sorpresa, e, mmm, un numero di follower piuttosto ampio su Twitter, Twitter infatti è un mezzo importante che noi, mmm-

CARDINALE #1: Oh, basta così! Cardinale, legga le accuse.

CARDINALE #3: Siete accusato di non possedere alcun vasetto Bormioli.

UOMO: Chiedo scusa, è un crimine?

CARDINALI (diabolicamente): Ha! Ha ha ha! Ha ha ha ha ha!

CARDINALE #1: Si. Procuratevene alcuni o vi tortureremo. Per davvero.

(Pubblicato originariamente qui.)


River Clegg

River Clegg scrive per The Onion. Vive a Brooklyn con sua moglie. Su Twitter è @RiverClegg.